È stata varata, presso il porto del Pireo, in Grecia, la nuova nave di Bluferries, la Sikania. L’imbarcazione, gemella della Trinacria già operativa presso lo Stretto di Messina, sarà in grado di trasportare fino a ventidue tir, 125 autoveicoli e circa quattrocento persone.

Le caratteristiche della Bluferries di Sikania

La nuova imbarcazione della Blueferries, società controllata dal Gruppo Ferrovie dello Stato, è stata costruita presso gli stabilimenti della Celt Navtecnica Maritime Services. È larga 106 e larga 18 metri, oltre a essere dotata di un ponte per il trasporto delle persone, ha anche un ponte per il trasporto degli automezzi. L’imbarcazione, che è capace di trasportare fino a ventidue tir, riesce comunque a garantire bassi consumi, con una riduzione del 30% del consumo di carburante e del 50% delle emissioni di CO2. L’investimento della Blueferries ammonta complessivamente a 18 milioni di euro ed è stato compiuto in autofinanziamento.

L’imbarcazione sarà adesso sottoposta alle prove di collaudo previste dai regolamenti RINA. Una fase che dovrebbe durare, secondo le stime, almeno un mese. Successivamente, l’imbarcazione sarà trainata presso lo Stretto di Messina, dove, una volta completate le iscrizioni presso i registri marittimi, entrerà in servizio per la stagione estiva.

Non ti chiediamo niente in cambio e facciamo con scrupolo il nostro lavoro

Ogni giorno, migliaia di lettori visitano Corriere del Trasporto per leggere le notizie più importanti sul mondo del trasporto e della logistica. Ci impegniamo a fondo per fornire un servizio serio, puntuale e preciso. Per questo articolo, in particolare, abbiamo attinto informazioni da questo sito.
La fotografia, invece, è stata prelevata - senza volontà di infrangere alcun copyright - da questo sito.
Qualora avessimo commesso un errore, ti invitiamo a scrivere a redazione@corrieretrasporto.it. Verificheremo il caso e, se necessario, provvederemo alla modifica.

Il Direttore.