In Italia una delle più basse incidentalità ferroviarie d’Europa. Questo è quanto emerge dall’ultima relazione dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali (ANSFISA) recentemente presentata.

I dati sulla sicurezza ferroviaria dell’ANSFISA

Stando ai dati dell’Agenzia, infatti, risulta che in Italia sono stati registrati 0,08 incidenti significativi provocati dal materiale rotabile in movimento/Mln tr-km. Meglio dello stivale ha fatto solo la Gran Bretagna, con 0,05, e l’Irlanda, con 0,07. Subito dopo l’Italia, invece, si posiziona la Svizzera, con 0,09. Più staccati, invece, tutti gli altri paesi europei dove l’incidentalità è più elevata. In linea col resto d’Europa, invece, è il rapporto vittime/Mln tr-km, che in Italia si attesta su 0,29, mentre ancora una volta in Gran Bretagna e in Irlanda la media è notevolmente più bassa, rispettivamente dello 0,08 e dello 0,09.

Nella maggior parte dei casi, pari all’83% degli incidenti, le morti sono causate dalla indebita presenza di pedoni sulla ferrovia. A questa causa è dovuta anche il 65% degli incidenti totali che si verificano in Italia sulle ferrovie. Un altro 14% degli incidenti, invece, si verifica a causa dell’errata esecuzione di procedure, mentre il 13% avviene a causa della manutenzione.

Numeri che rendono la rete ferroviaria italiana fra le più sicure d’Europa. Una rete che, allo stato attuale, conta circa 17.530 chilometri per circa 3 milioni treni all’anno, ma che, anche per via degli investimenti previsti dal PNRR, presto potrebbe crescere ulteriormente.

Non ti chiediamo niente in cambio e facciamo con scrupolo il nostro lavoro

Ogni giorno, migliaia di lettori visitano Corriere del Trasporto per leggere le notizie più importanti sul mondo del trasporto e della logistica. Ci impegniamo a fondo per fornire un servizio serio, puntuale e preciso. Per questo articolo, in particolare, abbiamo attinto informazioni da questo sito.
La fotografia, invece, è stata prelevata - senza volontà di infrangere alcun copyright - da questo sito.
Qualora avessimo commesso un errore, ti invitiamo a scrivere a redazione@corrieretrasporto.it. Verificheremo il caso e, se necessario, provvederemo alla modifica.

Il Direttore.