DAF ha finalmente tolto il velo dalla sua nuova ammiraglia, presentato il nuovo DAF XF. Un mezzo disegnato secondo una nuova concezione, più attenta alle dimensioni, alle masse in gioco, ma anche all’aerodinamicità del veicolo al fine di ridurre la resistenza all’avanzamento e, dunque, abbatte i consumi.

Il nuovo DAF XF, per restare al vertice della categoria

Il DAF XF, come sanno gli appassionati del brand, fu presentato per la prima volta nel 1997. Da allora, secondo i dati della casa costruttrice sono stati venduti oltre 650 mila esemplari, in circa cinquanta paesi del mondo, riscuotendo successo di pubblico e di critica, come dimostrano anche diversi riconoscimenti come International Truck of the Year.

Con la nuova versione, dunque, DAF ha voluto definire nuovi standard, al passo coi tempi, ma in linea con lo stile della casa. Uno standard che pone l’accento sul design curatissimo, come dimostra per esempio la firma a led dei nuovi fari, ma anche le numerose soluzioni a metà strada fra stile e aerodinamica. Perché anche quest’ultimo è un aspetto a cui DAF ha lavorato con attenzione per il suo nuovo mezzo pesante. Scopriamo quindi tutte le novità.

Il design di DAF XF: aerodinamico e al passo coi tempi

Il nuovo DAF XF, così come tutti i nuovi mezzi della casa costruttrice, è stato disegnato già con l’attenzione rivolta ai nuovi regolamenti della Commissione europea sulle masse e sulle dimensioni dei mezzi pesanti. Per questa ragione, la cabina del nuovo XF è stata disegnata con una lunghezza maggiorata di 160 millimetri nella parte anteriore, che consente di ottenere una maggiore aerodinamicità del mezzo. A tal proposito, anche i pannelli esterni sono stati rastremati con cura, rimuovendo qualsiasi tipo di interferenza coi flussi d’aria. Le soluzioni, da questo punto di vista, sono innumerevoli e complessivamente hanno permesso di ottenere un miglioramento dell’efficienza aerodinamica del 19% e una riduzione dei consumi che si attesta intorno al 10%. All’efficienza aerodinamica, poi, si aggiunge anche una massa contenuta: adesso, il nuovo XF di DAF arriva a pesare – nella versione più comune – di appena 6.912 chilogrammi.

Anche internamente, la cabina è stata riprogettata. La posizione di guida è più bassa di 75 millimetri rispetto al passato. Questo, unitamente all’ampio parabrezza, consente una buona visibilità esterna. Inoltre, il nuovo DAF XF è anche dotato di un’altezza interna considerevole, che può variare a seconda della posizione di guida fra i 1.900 e i 2.075 millimetri.

Le nuove motorizzazioni del DAF XF

Anche dal punto di vista motoristico DAF ha lavorato con l’obiettivo di migliorare l’efficienza dei veicoli. Nella fattispecie, sono due le motorizzazioni disponibili: il PACCAR MX-11, da 10,8 litri, e il PACCAR MX-13, da 12,9 litri. In entrambi i casi, i tecnici DAF hanno lavorato all’integrazione di nuovi iniettori, a alla realizzazione di una nuova testata e di un nuovo monoblocco che consentono di raggiungere pressioni più elevate. A questo, poi, si sono aggiunti anche pistoni e canne ridisegnate.

Un lavoro importante, al fine di ridurre le perdite parassite, è stato condotto sulle pompe dell’olio, sui compressori pneumatici e sull’alternatore, così come si è provveduto a migliorare l’efficienza dei turbocompressori.

Tutto questo, unito ad altri piccoli interventi, hanno consentito di ridurre le emissioni di CO2 con un’incidenza che si attesta fra i 10 e i 15 chilogrammi all’anno, a beneficio della produttività del mezzo. Il miglioramento, tuttavia, è anche in termini di prestazioni. Entrambe le motorizzazioni, infatti, hanno registrato un miglioramento dell’efficienza che si attesta fra i 50 e i 100 Nm. Questo, tuttavia, senza incidere sui consumi che, al contrario, registrano una diminuzione che si attesta intorno al -10%.

Non ti chiediamo niente in cambio e facciamo con scrupolo il nostro lavoro

Ogni giorno, migliaia di lettori visitano Corriere del Trasporto per leggere le notizie più importanti sul mondo del trasporto e della logistica. Ci impegniamo a fondo per fornire un servizio serio, puntuale e preciso. Per questo articolo, in particolare, abbiamo attinto informazioni da questo sito.
La fotografia, invece, è stata prelevata - senza volontà di infrangere alcun copyright - da questo sito.
Qualora avessimo commesso un errore, ti invitiamo a scrivere a redazione@corrieretrasporto.it. Verificheremo il caso e, se necessario, provvederemo alla modifica.

Il Direttore.