Goldman Sachs Asset Management e Kervis Sgr puntano a diventare operatori logistici italiani. Con un’operazione economica del valore di circa 130 milioni di euro, le due società si sono aggiudicati due terreni nel nord Italia per una superficie complessiva di circa 200 mila metri quadrati, che consentiranno di realizzare edifici a uso logistico. Una strategia, questa di Goldman Sachs, che ha avuto dei precedenti nel resto d’Europa, e che adesso ha l’obiettivo di investire più di un miliardo di euro nei prossimi ventiquattro mesi per sviluppare la piattaforma logistica italiana.

Gli obiettivi di Goldman Sachs e Kervis

Non ci sono soltanto i due terreni acquisiti nella strategia delle due società. Obiettivo degli investimenti, infatti, vi sono anche altre aree, per la realizzazione di nuove infrastrutture ma anche di infrastrutture già realizzate. Oltre che nel nord Italia, pertanto, Goldman Sachs e Kervis stanno valutando interventi anche in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, senza escludere altri interventi in Toscana e Lazio. La strategia delle due società, peraltro, punta anche sulla sostenibilità ambientale e quella energetica: «Cercheranno di promuovere un impegno sociale con le comunità locali, in linea con le loro politiche ambientali, di sostenibilità e di governance – ha detto Farbod Nia, direttore esecutivo della divisione Immobiliare di Goldman Sachs Asset Management – ci sono grandi opportunità nel settore della logistica in tutta Europa e in particolare in Italia». Anche Kervis è soddisfatto della collaborazione: «Attualmente la logistica raccoglie l’interesse di molti investitori in Italia e crediamo di essere ben posizionati per sfruttarne appieno il potenziale anche grazie alla nostra esperienza nello sviluppo immobiliare – ha detto l’amministratore delegato di Kervis, Giulio Bentivoglio – Siamo lieti di implementare questa strategia con Goldman Sachs e siamo entusiasti di lavorare insieme facendo leva sul nostro track record al fine di consolidare la nostra presenza in questa asset class».

Non ti chiediamo niente in cambio e facciamo con scrupolo il nostro lavoro

Ogni giorno, migliaia di lettori visitano Corriere del Trasporto per leggere le notizie più importanti sul mondo del trasporto e della logistica. Ci impegniamo a fondo per fornire un servizio serio, puntuale e preciso. Per questo articolo, in particolare, abbiamo attinto informazioni da questo sito.
La fotografia, invece, è stata prelevata - senza volontà di infrangere alcun copyright - da questo sito.
Qualora avessimo commesso un errore, ti invitiamo a scrivere a redazione@corrieretrasporto.it. Verificheremo il caso e, se necessario, provvederemo alla modifica.

Il Direttore.