Dopo l’ingresso in flotta della Eco Savona, avvenuto lo scorso 12 marzo, il Gruppo Grimaldi ha accolto, proprio presso il porto di Savona, la nuova ro-ro ibrida della classe GG5G. Come la Eco Valencia, la Eco Barcelona e la Eco Livorno, anche l’ultima arrivata inizierà a trasportare merci rotabili fra i porti d’Italia e quelli della Spagna.

La nuova Eco Savona in servizio fra Italia e Spagna

«Essere qui oggi a Savona, città che ci accoglie da almeno quarant’anni, a battezzare la nave ro-ro più grande e più sostenibile al mondo, è per noi un motivo di grande orgoglio oltre che un importante traguardo per il trasporto marittimo nel Mediterraneo – ha detto Guido Grimaldi, Corporate Short Sea Shipping Commercial Director del Gruppo Grimaldi – È la dimostrazione dell’importanza che il nostro Gruppo riconosce al porto di una città che condivide con noi una visione di rilevanza strategica verso il tema ambientale». Una inaugurazione che, oltre ai vertici del Gruppo, ha visto anche la presenza del sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio, fra l’altro anche madrina della nave, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini, il direttore marittimo del Porto di Savona, Francesco Cimmino, e il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

L’imbarcazione appena inaugurata rientra fra le ro-ro a corto raggio fra le più grandi al mondo. La Eco Savona, infatti, è in grado di trasportare oltre 500 semi-rimorchi. Contestualmente, grazie a soluzioni innovative, la nave è anche fra le più ecologiche in circolazione. Rispetto alle imbarcazioni della precedente generazione, infatti, la Eco Savona è in grado di dimezzare le emissioni di CO2. Aspetto, quello dell’ecosostenibilità, sottolineato anche dal presidente dell’AdSP del Mare Ligure Occidentale: «Crediamo che oggi più che mai il cambiamento e l’innovazione in chiave sostenibile sono determinanti per avere una crescita economica in grado di generare un impatto ambientale e anche sociale positivo – ha detto Paolo Emilio Signorini – È nostro principale obiettivo rendere sempre più sostenibili le operazioni portuali per le comunità del territorio e in questa ottica il porto di Savona ha pianificato una serie di interventi come l’elettrificazione delle banchine del terminal passeggeri per la riduzione delle emissioni delle navi che stazionano in porto, realizzata nel corso di quest’anno».

Non ti chiediamo niente in cambio e facciamo con scrupolo il nostro lavoro

Ogni giorno, migliaia di lettori visitano Corriere del Trasporto per leggere le notizie più importanti sul mondo del trasporto e della logistica. Ci impegniamo a fondo per fornire un servizio serio, puntuale e preciso. Per questo articolo, in particolare, abbiamo attinto informazioni da questo sito.
La fotografia, invece, è stata prelevata - senza volontà di infrangere alcun copyright - da questo sito.
Qualora avessimo commesso un errore, ti invitiamo a scrivere a redazione@corrieretrasporto.it. Verificheremo il caso e, se necessario, provvederemo alla modifica.

Il Direttore.